Quanto e quando praticare yoga

Quanto e quando praticare yoga è una domanda che sorge spontanea all’inizio del percorso yogico. 

La naturale tendenza è quella di considerare yoga solo la pratica che eseguiamo sul tappetino oppure ad occhi chiusi in meditazione. Diciamo che in questo modo la mente ci tende una nuova e facile trappola rinchiudendo anche lo yoga in uno schema mentale.

Prima di passare a dei consigli più “tecnici” su quando e quanto praticare, vorrei solo lasciarti uno spunto di riflessione su quello che significa yoga. Yoga è l’unione di entità opposte e in questo caso è unione tra pratica e distacco, ma yoga è anche uno stato mentale di pace che alleniamo a mantenere sempre più a lungo, oltre alla pratica sul tappetino.

Per questo non c’è una definizione esatta di quanto e quando praticare, dovrei dire: sempre! Più lo fai e meglio è.

Ora che ho contestualizzato la frase precedente capirai bene che non intendo dire che devi passare ore ed ore sul tappetino, piuttosto intendo che la tua pratica dovrebbe essere costante.

Passiamo ai consigli pratici:

  • Quanto praticare yoga?

Il mio suggerimento è quello di creare una routine sostenibile con una pratica quotidiana

Invece di concentrare la tua pratica di yoga per 1 ora o più in una o due volte alla settimana sarebbe meglio praticare tutti i giorni anche riducendo la durata a soli 10 / 15 minuti variando intensità di giorno in giorno. 

Infatti, capita di concedersi solo pochi momenti alla settimana per praticare yoga e compensare con l’aumento dell’intensità, ma lo yoga non è un allenamento fisico, è una via per cercare sé stessi e per questo i veri benefici della pratica emergono con la costanza. 

D’altra parte è vero anche che ogni giorno è diverso non solo per il tempo che abbiamo a disposizione ma anche per le forze o lo stato fisico (per le donne ad esempio i giorni di ciclo mestruale sono diversi dagli altri) quindi per mantenere una pratica di yoga  quotidiana è necessario ascoltarsi: alcuni giorni la pratica potrà essere di 10 minuti di respirazione e meditazione, altri potrà essere della durata di un’ora o più, altri di 30 minuti ma magari intensi, e così via. Impara a trovare spazio per te ogni giorno, anche se per poco tempo. Entrando in contatto con tè stesso creerai la tua miglior versione e potrai essere il meglio di te anche per gli altri.

  • Quando praticare yoga?

Il momento migliore per praticare yoga è quando la mente è già tendenzialmente rivolta alla calma: la mattina appena svegli oppure al pomeriggio dopo il tramonto. Alba e tramonto sono considerati due momenti magici per gli yogi perché rappresentano il passaggio e l’unione di luce e buio, gli opposti che si incontrano in un’unione energetica (Yoga).

Praticare all’alba e/o al tramonto sarebbe quindi il momento perfetto per la sadhana (pratica di yoga quotidiana) dal valore spirituale. Alcune volte però è difficile essere già in piedi all’alba oppure avere tempo proprio in questi orari e va bene sapersi adattare nell’organizzazione della propria giornata tenendo presente però che le abitudini si costruiscono con la volontà perciò anticipare la sveglia o evitare di sedersi sul divano a fine giornata per dedicarsi invece alla pratica è una scelta che possiamo compiere tutti.

I vantaggi di una pratica mattutina oltre a mantenere la mente più calma per il resto della giornata, sono anche fisici perché praticare appena svegli, a stomaco vuoto, permette di sostenere i processi di purificazione del corpo tramite il respiro e le posizioni (asana), attivare il metabolismo e liberare le energie necessarie per cominciare la giornata al meglio.

Anche la pratica serale ha i suoi vantaggi su corpo e mente che sono quelli di portare un rilassamento generale dalle tensioni accumulate durante la giornata per prepararsi al necessario riposo notturno. Infatti il riposo è fondamentale per ricevere i benefici delle attività.

Concludendo, è consigliabile una pratica attivante ed energizzante per la mattina e una rilassante per la sera, anche nella stessa giornata o comunque scegliendo la pratica in base al momento in cui la esegui.

Sul nostro sito trovi sia lezioni energizzanti che calmanti da seguire nel tuo momento dedicato alla pratica e trovi corsi per aiutarti nella creazione di una pratica quotidiana sostenibile!

Buona pratica.

Namastè!

yoga, balance, nature-3605913.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *