i tarocchi possono prevedere il futuro? | yoga e tarocchi

Se stai leggendo questo articolo probabilmente ti starai facendo qualche domanda sui tarocchi, magari ti chiedi se vale la pena rivolgerti ad una cartomante per ricevere quelle risposte che stai cercando o magari vorresti farti leggere le carte ma hai paura che siano tutte assurdità o ancora pensi che possano portarti una previsione futura che non sai se vuoi davvero ricevere…

Bene, allora sei nel posto giusto perché in questo articolo faremo chiarezza sulla natura dei tarocchi, sul loro utilizzo e sul perché apprezzo questo strumento in affiancamento allo yoga come possibilità di conoscere sé stessi senza alcun timore.

Indice

carte okù
Cosa sono i tarocchi?

I tarocchi sono fondamentalmente un mazzo di 78 carte composto composto da 22 arcani maggiori, cioè le 22 carte principali con significato più profondo e 56 arcani minori ovvero le ulteriori carte appartenenti ai 4 classici semi delle carte da gioco (denari, spade, bastoni e coppe).

Ognuna di queste carte è piena di allegorie e simboli esoterici (colori, numeri, figure..) che hanno un particolare significato volto a indirizzare il consultante alla ricerca della propria risposta.

Come si leggono i tarocchi?

La lettura delle carte è basta sull’interpretazione di chi le legge. Il o la tarologo/a dovrebbe interpretare i simboli e le immagini delle carte estratte senza alcun coinvolgimento personale basato su ideologie o influenze date dalla persona che si trova di fronte. Le carte parlano un linguaggio universale e tutto sta nel saperlo riconoscere.

Il linguaggio dei tarocchi non va confuso con le credenze personali ma è una visione oggettiva che comprende luci e ombre (lettura positiva o negativa) senza giudizio, con l’unico intento di guidare il consultante alla ricerca di ciò che sente rispondere dentro di lui.

Per leggere le carte si deve attingere a una consapevolezza extrasensoriale ecco perché la lettura deve avvenire in uno stato di tranquillità e apertura mentale quasi come se fosse un momento di meditazione

Come avviene una lettura?

Ci sono tanti modi per leggere i tarocchi e possono essere estratte più carte in risposta a una singola domanda.

Solitamente il consultante alza il mazzo o seleziona le carte da scoprire mentre il lettore o la lettrice individua il numero più consono di arcani a cui fare riferimento ad esempio estraendo 3 o 5 carte.

L’estrazione di uno dei 22 arcani maggiori permette di ricevere risposte più dense di significato e profonde mentre gli arcani minori donano consigli pratici e più materiali sulle azioni da compiere.

Non ci sono carte giuste o sbagliate: ogni carta può avere più interpretazioni in base alla domanda rivolta ma il significato simbolico indica la direzione in cui guardare per applicare quella risposta alla propria vita.

Chi può leggere i tarocchi?

Non ci sono particolari caratteristiche per poter leggere le carte e potenzialmente tutti possono farlo dopo un pò di studio e soprattutto dopo aver aperto la propria mente ad un linguaggio diverso da quello a cui siamo abituati.

Puoi farlo anche tu!

Se non sai da dove cominciare ti basterà seguire il nostro corso per imparare a leggere i tarocchi dove imparerai a conoscere in maniera semplice ma dettagliata i tarocchi per poter rivolgere le tue domande alle carte e interpretare correttamente le loro risposte.

A cosa serve leggere i tarocchi?

La lettura dei tarocchi è un modo per conoscere sé stessi. 

Ogni risposta che arriva dalle carte è connessa alla nostra domanda tramite uno scambio energetico (scegliamo proprio quella carta per un certo feeling) che porta ad illuminare risposte già presenti dentro di noi.

Le carte non sono una sfera di cristallo da accarezzare per vedere il futuro ma ci aiutano a prendere le nostre responsabilità ed essere più consapevoli del percorso da intraprendere per realizzare il futuro che desideriamo.

Gli avvisi delle carte e le interpretazioni “negative” non sono da respingere, anzi! Possono aiutarci a riflettere sulla nostra situazione da un nuovo punto di vista e comprendere le scelte più giuste da fare.

Rivolgere le proprie domande ai tarocchi significa riconoscere nelle carte uno strumento coinvolgente per entrare in contatto con sé stessi e sviluppare una nuova consapevolezza extrasensoriale, per conoscere la propria parte più intuitiva e per trovare quelle risposte che magari facciamo più fatica a riconoscere ma che sono già presenti in noi.

Suggerimenti per cominciare a leggere i tarocchi.
  • Scegli il giusto mazzo di carte. Io ti suggerisco di cominciare con i tradizionali  Tarocchi di Marsiglia;
  • Scegli un corso o una lettura per approfondire l’argomento. Nel nostro corso per imparare a leggere i tarocchi troverai la spiegazione di ciascun arcano maggiore, indicazioni sulla stesa delle carte, esempi di lettura e  oltre risposte alle domande più frequenti sul tema per chiarire gli ultimi dubbi;
  • Prima di una lettura prenditi del tempo per metterti in ascolto, rilassati e apri la mente magari seguendo una meditazione o una pratica di respirazione come quelle suggerite nel nostro corso.
Conclusioni.

Ho trovato nella lettura dei tarocchi un modo giocoso e stimolante per conoscere sé stessi e prendere consapevolezza del proprio sentire.

A mio parere ci sono molti punti in comune con lo yoga che rendono questo strumento un mezzo interessante da praticare o inserire nella propria vita per conoscersi più a fondo.

Ecco perché in collaborazione con la tarologa Fiore (IG @lemetamorfosidifiore) abbiamo realizzato un corso che unisce la simbologia dei tarocchi con la connessione interiore dello yoga per imparare a comprendere chi siamo veramente e che cosa vogliamo manifestare nella vita

Spero di averti lasciato le risposte che cercavi ma l’argomento è vasto e se hai qualche domanda puoi lasciarmi un commento in risposta a questo articolo!

Namastè,

Federica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *